Milano capitale della fotografia: al via il Photo Festival [FOTOGALLERY]

Martin Parr

Milano, 24 aprile 2018 – Più di due mesi di eventi, 165 mostre in tutta la città e non solo, oltre 100 sedi espositive, 13 edizioni con l’obiettivo di arrivare a 200mila visitatori nel 2019. Sono questi alcuni numeri del Milano Photo Festival dedicato alla fotografia d’autore, tra nomi affermati ed emergenti, iniziato oggi e in programma fino al 30 giugno. Sarà dunque una “Milano capitale della fotografia”, parola di Roberto Mutti, direttore artistico della rassegna promossa dall’associazione italiana foto & digital imaging (Aif). “Innovazione Conoscenza Storia” sarà il tema di un intenso palinsesto fatto di workshop, incontri, performance e letture portfolio. La rete delle location prevede eventi in musei, gallerie,  palazzi storici e biblioteche dal centro alla periferia, ma anche in alcuni Comuni della Città Metropolitana fino a Pavia e Legnano.

Non solo. Per una settimana, dal 4 al 10 giugno, il Photofestival si sovrapporrà con Milano Photo Week, la settimana interamente dedicata alla fotografia organizzata su iniziativa del Comune di Milano. L’obiettivo, ha spiegato l’assessore alla partita, Filippo Del Corno, “è di creare una programmazione continua di offerta culturale insieme a una crescita di eventi mirati, in modo da aumentare l’attrattività del territorio”, in ogni ambito.

Particolare attenzione va data ai “Palazzi della Fotografia” di Photofestival: Palazzo Castiglioni di Confcommercio Milano (in corso Venezia) e Palazzo Giureconsulti di Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi (piazza Mercanti). Così, se l’anno scorso i visitatori furono 150mila, l’obiettivo secondo il presidente di AIF, Giovanni Augusti, è di arrivare a 200mila l’anno prossimo.

Al termine della presentazione di Milano Photo Festival (qui il programma), sono stati premiati Maurizio Cavalli, fondatore nel 1993 dell’Istituto Italiano di Fotografia (alla carriera), e Valentina Tamborra, per i suoi reportage di carattere sociale (categoria, Nuova fotografia).
Daniele Monaco
daniele.monaco@polismedia.it